Digital Marketing Specialist: chi è e cosa sa e fa

Digital Marketing Specialist: chi è e cosa sa e fa

Per rispondere alla domanda di chi è un Digital Marketing Specialist, cosa fa e cosa deve sapere per svolgere bene il suo compito, bisogna partire da un dato di fatto che ha determinato la necessità, da parte di tutte le aziende, di ampliare il proprio serbatoio di clientela attingendo anche alle varie piattaforme digitali.

Il punto di partenza si deve alla perdita di efficacia della pubblicità di tipo tradizionale che sta modificando gli equilibri, e lo sta facendo velocemente. Ci si deve chiedere innanzitutto perché tutto ciò sta avvenendo, e solo così possiamo realmente comprendere, non solo l’importanza che ha assunto un Digital Marketing Specialist, ma anche perché non si deve trattare di una figura qualunque.

Alla base di questo capovolgimento c’è un comportamento sociale che cresce sempre di più e che consiste nella mutata modalità di acquisto da parte di qualsiasi cliente.
Il consumatore ha preso a dare centralità al ruolo delle informazioni che cerca e apprende tramite internet.
Ne deriva che i consumatori si trovano in un luogo, che è internet e giocano un ruolo attivo e non più passivo.

Ciò che riguarda il marketing reale esiste ancora ma deve attingere molto di più sulle dichiarazioni di acquisto della clientela che esplicita online.

Detto ciò è ovvio che nasce l’esigenza da parte di qualsiasi azienda di mutare la propria struttura di marketing ed ampliarla verso l’ambiente digitale.

Quindi il Digital Marketing Specialist è colui che collabora in maniera stretta con il team di marketing dell’azienda per cui opera, al fine di individuare un proprio mercato di riferimento e costruire un’immagine di marca attraverso le campagne marketing, utilizzando tutte le tecnologie digitali a disposizione.

Le fondamenta delle sue conoscenze riguardano:

  • conosce le basi del marketing tradizionale;

  • è in grado di pianificare le Campagne Facebook Ads e Google Ads, conosce i settori chiavi del marketing digitale come Seo, social media, content marketing, email marketing e Sem;

  • conosce e sa utilizzare gli strumenti di misurazione chiave disponibili;

  • conosce l’ambiente social e lo implementa in maniera efficace;

  • rimane aggiornato sulle tendenze e le notizie del marketing digitale che riguardano soprattutto i motori di ricerca come Google.

Queste nozioni sono solo una parte del focus che ci serve a comprendere materialmente cosa fa ogni giorno, c’è poi una vocazione che è ancora più importante poiché dobbiamo immaginare il mondo dell’online come un ambiente liquido, in perenne mutamento.

Come si diventa uno Digital Marketing Specialist di successo?

Il tema che affronteremo in questa seconda parte, riguarda le caratteristiche distintive di chi sente questa funzione in maniera più profonda di un semplice lavoro di team.
Con ciò non significa affermare che il Digital Marketing Specialist debba essere un solista, di cui bisogna fidarsi ciecamente, ma solo che la sua capacità è quella di andare oltre la consuetudine per allargare il campo e trovare o fidelizzare clientela.

L’assunto è che questo lavoro ha una diversità rispetto a quelli che normalmente si svolgono in un’azienda e che hanno un percorso determinato. Di preciso c’è solo che occorre avere un piano strategico per arrivare a procurare maggiori vendite.

Gli strumenti sono più o meno indicati, ma la loro scala di priorità cambia a seconda del settore e nel tempo, in molti casi davvero breve.
A complicare il tutto ci si mette anche Google che nella sua  ricerca del miglioramento continuo, varia spesso e volentieri il parametro del famoso algoritmo che fa la fortuna o sfortuna di molte aziende.

Concetti come Lead Generation Funnel sono modalità teoriche di come si arriva a costruire un rapporto con un utente per farlo diventare un cliente, i movimenti dei diversi parametri che lo compongono, comportano revisioni del proprio operato, in maniera continua.

La base del lavoro di un Digital Marketing Specialist è la SEO. Senza saper utilizzare il linguaggio che piace ai Motori di Ricerca non si va lontano.
Da un punto di vista tecnico, avere un sito performante significa che ha una velocità di caricamento ottimizzata, che la struttura dei contenuti tiene conto di diverse metriche a partire dalle keyword e tanto altro. Si tratta di nozioni che si imparano sul campo ma di cui c’è larga disponibilità di materiale.

Google è il motore di ricerca di riferimento poiché attira a sé il 90% del traffico in rete, come si diceva poco fa, Google ha come obiettivo quello di soddisfare gli utenti.
C’è un unico modo per farlo, deve capire quale contenuto mostrare in funzione dell’intento di colui che lo ha interpellato. Vuole diventare l’oracolo che capisce a priori la miglior risposta possibile. Scandaglia i vari contenuti (le pagine web), e in base ai suoi parametri, decide una classifica delle pagine web più significative.

Google ce la mette tutta per complicare il lavoro del Digital Marketing Specialist

La novità è che Google legge gli articoli, attraverso dei robot che manda in giro e si fa un’idea che sta diventando sempre più precisa. Senza voler entrare troppo nel dettaglio, a Google piace  mostrare i contenuti con un’alta rilevanza e con uno human intent dichiarato.

Siamo arrivati al Content Marketing, probabilmente la parte più importante di tutte. Lo human intent identifica quei contenuti scritti in maniera naturale e diretta, senza forzature da vecchia SEO in cui si imponeva la presenza della parola chiave o si scrivevano un tot numero di parole preordinato.

Il bravo Digital Marketing Specialist è quello che conosce questi cambiamenti perché li vive giorno per giorno, si accorge delle variazioni e mette in atto nuove strategie per far rimanere il sito dell’azienda per cui lavora, in alto nella SERP (la classifica dei risultati di Google).

La sua caratteristica principale è quindi che abbia passione per il suo lavoro, e che abbia la necessaria intelligenza e umiltà per capire che non ci sono posizioni acquisite nel medio lungo periodo, tutto può cambiare e le soluzioni non sono poi così tante: o paga Google per riuscire a posizionarsi in alto per le parole chiave che lo interessano, e sperare che l’utente ci clicchi sopra, oppure inizia a fare una seria politica di content marketing.

Detto ciò il Digital Marketing Specialist può aver bisogno di una serie di altre figure che possono aiutarlo ad avere ottime Landing Page e Call To Action, che riescano ad incrementare le conversioni. Il suo lavoro entra in azienda e si rivolge ad altre figure in maniera trasversale per ottenere informazioni e guidare il business dove ci sono i clienti.

Condividi se ti é piaciuto questo Articolo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Leave a comment

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Privacy Policy